ORGANIZZAZIONE LICEO

 

        La nostra scuola si propone di esercitare la qualità del servizio educando gli alunni alla libertà e alla responsabilità personale e sociale. Si organizza in “sistemi educativi integrati” per sostenere il processo formativo di tutti gli allievi e considera le diversità culturali come risorse da coltivare al fine di promuovere l’arricchimento socio-partecipativo dei giovani affidati. Gli organi a cui è affidata l’organizzazione del Liceo sono:

  

Dirigente Scolastico

È il responsabile della qualità del servizio svolto dall’Istituto. Coordina il progetto didattico-educativo, ne garantisce le modalità operative, presiede il Collegio dei Docenti, i Consigli di Classe, le varie Commissioni e gli organi costitutivi; nomina i suoi Collaboratori.

 

Collaboratori del Dirigente Scolastico

Sono in numero di due ed affiancano il Dirigente Scolastico nella complessità gestionale e nel coordinamento delle varie attività.

  

Collegio dei Docenti

È composto dal personale docente della scuola ed è presieduto dal Dirigente Scolastico; ha i seguenti compiti:

  • elabora le linee generali del POF sulla base degli indirizzi generali e delle scelte generali di gestione e di amministrazione definiti dal Consiglio d’Istituto;
  • cura la programmazione dell’azione educativa;
  • delinea le finalità formative e le scelte culturali dell’istituzione scolastica;
  • stabilisce i criteri generali della programmazione educativa e didattica annuale;
  • definisce e convalida il piano annuale delle attività didattiche;
  • formula proposte al Dirigente Scolastico circa la formazione delle classi e dell’orario delle lezioni;
  • promuove la ricerca educativa e l’aggiornamento dei Docenti;provvede all’adozione dei libri di testo e alla scelta dei sussidi didattici.

 

Funzioni Strumentali al P.O.F

Sono finalizzate alla valorizzazione delle professionalità e dei compiti aggiuntivi degli insegnanti impegnati nella realizzazione dell’autonomia scolastica; fungono da interfaccia con il Dirigente Scolastico e da raccordo tra il Collegio dei Docenti ed il Dirigente stesso.

Quest’anno il Collegio Docenti ne ha elette quattro:

  • Funzione strumentale 1   AREA gestione del P.O.F.
  • Funzione strumentale 2  AREA sostegno al lavoro dei docenti
  • Funzione strumentale 3 AREA interventi e servizi per gli studenti
  • Funzione strumentale 4 AREA interventi e servizi per gli studenti

 

Dipartimenti

I Dipartimenti sono articolazioni disciplinari permanenti istituite dal Collegio dei Docenti nell’esercizio dei propri poteri di auto-organizzazione. 

Hanno il compito di:

  • definire i principi guida dell’azione educativa;
  • selezionare gli obiettivi generali e specifici di ogni disciplina;
  • selezionare i contenuti comuni ritenuti “essenziali”, anche in vista della fusione di classi, di alunni ripententi o soggetti a spostamento di sezione, per rendere omogenee le valutazioni finali dei discenti da parte dei consigli di classe;
  • definire gli strumenti di valutazione paralleli, la tipologia delle prove, le modalità di correzione e di classificazione delle medesime, nonché i criteri comuni nella somministrazione delle prove di verifica;
  • produrre materiali utili all’apprendimento, alle verifiche in itinere, alla valutazione;
  • coordinare l’adozione dei libri di testo e le proposte di acquisto dei sussidi didattici, dei software afferenti le singole discipline.

 

Consiglio di Classe

È presieduto dal Dirigente Scolastico o da un insegnante delegato, è composto dai docenti di ogni singola classe, da due rappresentanti degli alunni e da due genitori. Ha il compito di individuare, coordinare ed utilizzare le risorse e le sinergie all’interno dell’istituzione scolastica per una positiva ricaduta sul gruppo classe.

 

Coordinatore dei Consigli di classe.

È un docente della classe incaricato di:

  • presiedere il C.d.C, su delega del Dirigente Scolastico;
  • fare da tramite, relativamente ai problemi della classe o dei singoli studenti, tra questi e il Dirigente Scolastico o i suoi collaboratori, tra la classe e i docenti; tra gli studenti e i genitori e docenti;
  • favorire la comunicazione all’interno del C.d.C.;
  • curare il rapporto con le famiglie; coordinare il lavoro di redazione, distribuzione e raccolta delle schede interperiodali, delle relazioni e valutazioni finali;
  • comunicare alle famiglie le iniziative previste per gli alunni, i debiti formativi, i provvedimenti disciplinari, il numero dei ritardi, se sono frequenti, nonché le assenze.

 

Consiglio d’Istituto

È il massimo organo collegiale dell’istituzione scolastica in quanto riunisce i rappresentanti di tutte le sue componenti: Dirigente Scolastico, rappresentanti dei Docenti, del personale non docente, degli studenti e dei genitori. Esso ha potere deliberante nelle seguenti materie:

  • adozione del regolamento interno della scuola;
  • acquisto, rinnovo e manutenzione delle attrezzature tecnico-scientifiche, dei sussidi didattici, audiovisivi, dei libri della biblioteca e di ogni altro materiale di consumo e di cancelleria;
  • programmazione organizzativa ed economica delle attività parascolastiche, dei corsi di recupero, di sostegno, dei viaggi e delle visite di istruzione;
  • adattamento del calendario scolastico alle specifiche esigenze ambientali; formazione delle classi, orario delle lezioni, forme di assistenza a favore degli alunni.

 

Giunta Esecutiva

La Giunta Esecutiva viene eletta dal Consiglio d’Istituto per le componenti docenti, Ata, genitori e alunni. Il Dirigente Scolastico è membro di diritto e presiede la Giunta, il Direttore dei Servizi è membro di diritto.

Essa ha il compito di predisporre i lavori del Consiglio stesso.

 

La Segreteria

Coordinata dal Direttore dei Servizi Generali Amministrativi, è divisa in:

  • didattica, che cura il settore alunni;
  • del personale, che cura il settore del personale Docente e ATA;
  • contabile, che cura il settore finanziario.

                                    

RSU

La Rappresentanza Sindacale Unitaria è eletta dal personale in servizio nell'Istituto. E' parte attiva nella contrattazione integrativa e rappresenta nella scuola la voce dei Sindacati presso il Dirigente Scolastico.